Calcione MTB

A spasso nei boschi del calcione con gli amici dell’MTB-Valdichiana (Fabio, Alessio e Alessandro).

Le confetture di Angiolino Berti per Life Insight

Nelle foto Angiolino Berti con Eleonora Daniele, presidentessa di Life Inside, associazione con lo scopo di promuovere lo sviluppo cognitivo e il recupero sociale nei confronti dei portatori di Handicap, con particolare riferimento a soggetti autistici. L’Associazione Life Inside opera nel settore dell’assistenza sociale e socio-sanitaria e si ispira ai principi di solidarietà sociale.

Angiolino Berti è l’autore della marmellata “Angeli” che ha dedicato all’associazione “Life Inside” della quale è presidentessa Eleonora Daniele.

Golf, le giuste nozze fra Toscana e Verona

“Golf, cosa non si fa per te…”. Questo lo slogan che tiene a battesimo la quinta edizione del Salone Italiano del Golf di Verona dal 5 al 7 febbraio, ed è un modo per cercare di capire l’effetto derivante dai grandi risultati internazionali dei giocatori azzurri e soprattutto quale spinta potrà arrivare sul breve e medio termine per questo sport come investimenti, ricerca, progetti, economia, turismo, promozione, innovazione e altri aspetti. E definire concretamente quale sarà sul piano pratico il grado dello slancio e della fiducia, quali gli orientamenti degli imprenditori, l’aspettativa della domanda e offerta e gli eventuali investimenti nel contesto di un momento economico non facile. Ma nelle ultime edizioni, grazie al trasferimento di questo evento a Verona che ha già espresso un potenziale interessante, è balzato in primo piano un Made in Italy di qualità, orientato a competere sui mercati internazionali, rappresentato anche quest’anno da un centinaio di aziende e marchi sempre più numerosi, con un 20 per cento circa di turn over. Non si tratta solo di aziende ma anche piccoli artigiani ricchi di inventiva e di coraggio e si può trovare il meglio dallo spillo (tee) alle sabbie per realizzare un campo da golf in grado di abbassare i costi di manutenzione.

Chi e come investirà dunque nel golf?. E’ questa la domanda ricorrente che avrà un risposta al termine di un evento che non si limita all’aspetto del commerciale imponendosi come un contenitore ricco di spunti, di iniziative, incontri, sorprese e che interessante chiave strategica per lo sviluppo del golf vede scendere in campo anche la Federazione Italiana che presenterà col suo presidente prof. Franco Chimenti il Progetto Scuola.

Se il ministero del Turismo guarda con interesse al golf e promette in futuro incentivi per la realizzazione di campi a 18 buche per creare flussi importanti grazie al clima, alle città d’arte e l’enogastronomia, gli altri paesi non stanno però a girare i pollici. E’ molto ambito infatti l’italico turista-golfista. La concorrenza viene dal nord-Africa, e oltre alla Tunisia quest’anno debutta al Salone il Marocco che grazie alle presenze nei mesi invernali ha creato un turismo di notevoli flussi da tutto Europa riuscendo grazie al golf a rinnovare l’intera flotta aerea nazionale, la Royal Air Marocco, che pesca passeggeri fra i golfisti negli scali del nord e centroeuropei…

Immediata e variegata la risposta italiana e se Jesolo offre con Adritica Invest un’oasi golfistica di architettura moderna, ecocompatibile, come buon investimento per assicurarsi clienti stranieri, alcune regioni si stanno attrezzando per parare la concorrenza e trattenere questa fetta di mercato. Quest’anno fa capolino per la prima volta l’Emilia Romagna che punta sulla famiglia con un strategia tipica della sua gente alla base del boom senz fine della Riviera Adriatica, e Mariavittoria Andrini presenta domenica 6 febbraio un libro-guida dal titolo” 52 domeniche di golf in Emilia Romagna, descrivendo i 23 Club affiliati alla Federazione Italiana Golf con la mappa del campo, gli score, i servizi offerti, le buche più belle, complete dei consigli di gioco dei maestri del Golf Club di riferimento e curiosità.

“La vera novità – spiega l’autrice – sta nell’accostamento golf-turismo, un binomio sempre più solido negli ultimi anni.”. Grande attenzione perciò viene riservata dunque al coinvolgimento della famiglia, per catturarla e unirla con spunti turistici e golosità oltre che lo sport.

Si ripete anche quest’anno l’Operazione Toccaferro. Niente che fare con la superstizione, si tratta della rassegna delle principali novità nel campo dell’attrezzo , oggi supertecnologico, aerodinamico, più resistente e che a detta di un mito del golf quale Gary Player ha rivoluzionato e livellato questo sport rendendolo più popolare.

“Il Salone del golf – così Lorenzo Pitirra, direttore dell’evento di Veronafiere protagonista delle nozze con Golf Town ideatrice di questa novità protagonista dell’italico boom, spiega l’iniziativa promozionale – apre tradizionalmente la stagione del golf in Italia, quale migliore opportunità dunque per scoprire le novità, prendere confidenza con proposte sempre più sofisticate e magari acquistare la prima sacca completa da gioco?. Offriamo infatti non solo alle grandi marche e ai migliori negozi italiani una ribalta unica, e il contatto diretto con la clientela ma soprattutto ci aspettiamo l’arrivo di molti appassionati. E fra questi specie i giovani colpiti certamente dai grandi successi dei fratelli Molinari e dall’esplosione di Matteo Manassero, il golden boy locale, avranno la possibilità di venire a Verona da soli , con gli amici o la famiglia per conoscere il golf ma anche soggiornare in una città bellissima e ospitale grazie a pacchetti turistici favorevoli studiati con l’Associazione Albergatori per chi vuole abbinare golf e turismo. E’ una occasione da prendere al volo per provare la propria abilità, con la possibilità di tornare a casa avendo già una prima impostazione di gioco grazie a un putting green con ben 14 postazioni e oltre 1000 metri quadrati aperto a tutti e teatro anche di gare e di Masters, oltre a mini clinic giornalieri e i preziosi consigli dei maestri della Federazione che in questa edizione metterà l’accento sul Progetto Scuola in fase d’avvio”

L’area espositiva con 150 stand sarà di circa 8 mila metri quadrati, l’origine toscana di Golftown assicura un 10 per cento di aziende di questa regione impegnata in vari settori, come la EzGo di Lucca (importatore ufficiale di golfcar americane), gli aretini Gallorini (Cashmere), Raspini (argenti) e “Paolo 90” di Foiano (copri bastoni e borse in pelle) e “La Bottega del Gusto” di Angiolino Berti con le sue 240 marmellate che ha creato per l’occasione “Angeli” a sostegno dell’impegno sociale di Life Inside per il recupero e la ricerca dei ragazzi con difficoltà di comunicazione. E l’etichetta avrà il contributo speciale di un grande artista toscano, Mauro Capitani. Il soggetto saranno due angeli, “creature” spirituali oggetto di grande attualità.


Nelle foto Angiolino Berti de “La Bottega del Gusto” al Salone del Golf di Verona ed. 2010. Nella foto al centro Angiolino Berti assieme alla nota conduttrice Eleonora Daniele fondatrice dell’associazione Life Inside, mentre nella terza foto Angiolino con il Campione di Golf Matteo Manassero.

Il costo del biglietto è di 10 euro scontato del 50 per cento per i soci del Touring Club, mentre ingresso libero per i giovani sotto i 14 anni. Un presidio della Federazione promuove il golf per tutti offrendo i propri maestri per l’avviamento e la conoscenza a questo sport tramite la propria struttura regionale veneta.

Assume sempre maggiore importanza anche la parte mondana col gala di sabato 5 febbraio ad inviti per la consegna del Golf Town Award, gli attesissimi oscar annuali del golf che non guardano solo al campione e al campionismo ma anche altri aspetti, e scende nuovamente in campo la madrina Eleonora Daniele con la sua associazione Life Inside. Quest’anno si aggiunge anche un momento culturale con un premio speciale dedicato a Davide Bisagno che verrà assegnato venerdì 4 febbraio. L’idea è stata promossa dall’avvocato Marco Bisagno, il maggior collezionista di golf d’Europa, che ha dato vita alcun i anni fa al Museo Privato Bisagno dove sono esposti migliaia di pezzi fra attrezzi e palline. La chiusura del Salone è prevista lunedì 7 febbraio con la mattinata riservata alle scuole, ai circoli e ai maestri.

Non mancheranno altre sorprese, questo appuntamento del resto è anche un buon portafortuna , da qui meno di un anno fa Matteo Manassero spiccava il suo fantastico volo con una conferenza stampa che sembra già un documento di valore “storico”.

Per dettagli, programmi, informazioni, prenotazioni e accrediti cliccare sul sito www.saloneitalianogolf.it. e su Dot.golf notizie sulle attività e iniziative degli espositori.

Verona, 10 gennaio 2011

A cura: Ufficio Stampa e comunicazione (www.saloneitalianogolf.it, email: encampana@alice.it, mob.:347-6382109, 334-3366303)

Basket: il derby di Bologna

Virtus Bologna Vs Gmac Fortitudo: le foto del match.


Basket: La Fortezza vs Fortitudo, il derby di Bologna

Guarda il fotoracconto.

007.jpg

Dan Peterson ricorda la figura del giornalista Enrico Campana

In un articolo uscito su basketnet.it, Dan Peterson – protagonista indiscusso del basket internazionale – fornisce un ritratto del giornalista e scrittore Enrico Campana, voce storica del basket e autore della prima (e unica) Enciclopedia del Basket pubblicata da Rizzoli in ben due edizioni (la prima di 400 pagine, la seconda di 1000 pagine in quattro volumi). Enrico è stato a lungo giornalista della Gazzetta dello Sport, direttore di Superbasket e protagonista del giornalismo sportivo a partire dagli anni ’70.

Conosco Enrico Campana da diverso tempo, il caso ha voluto che la passione per la buona cucina ci facesse incontrare nel ristorante dei miei genitori con i quali ha iniziato una collaborazione per la seconda edizione del suo libro “Suavis Locus“. Appena mi è arrivata notizia dell’articolo uscito su basketnet.it ho quindi sentito Enrico ed ho pensato che sarebbe interessante conoscere anche la sua opinione perchè – citando Dan Peterson – ci mancano gli articoli di Enrico sul basket ed il suo modo di scrivere che è un piacere leggere.

Nei prossimi giorni Enrico Campana sarà ad Agadir in Marocco per seguire il decennale del Gran Premio Royal Air Maroc, un importante evento di golf e per lavorare ad un reportage sullo sport e sul costume marocchino. Cio nonostante Enrico mi ha promesso che al suo rientro (tra sabato 2 e domenica 3 febbraio) risponderà personalmente a Dan Peterson su questo blog e c’è da aspettarsi un’altra delle sue “sparate”!

 
Links: Basketnet.it – Giganti del Basket: Enrico Campana

Buon Compleanno Andrea!

Ci sono tanti modi di festeggiare un compleanno, ma per i suoi primi 40 Andrea Luchi, brillante general manager del basket approdato alla Virtus Bologna, club storico del basket col primato di abbonati (5200), ha scelto Montecatini e l’aria di casa per festeggiare con gli amici, fra i quali il suo coach Stefano Pillastrini e anche amici venuti da tutta Italia conosciuti nelle sue varie esperienze, come lo speaker del basket di Messina.
In un basket che non sa fare un marketing e una comunicazione brillante, ha regalato ai suoi 50 invitati un elegantissimo present-book – roba da Prada e Gucci – contenente commenti, aforismi, ricordi, l’oroscopo di Angiolino Berti, e un cd con i grandi successi musicali nati sul ’68, l’anno di nascita e la foto di luchi a 6 anni.
Una semifinale scudetto con la Scavolini e una felice avventura europea, due promozioni, il pallino per la comunicazione, tanti grandi campioni scoperti negli Stati Uniti quando altre squadre riciclano giocatori di giro, da ultimo Lionel Chalmers che da Sassari è passato alla Benetton, Andrea è nato a Valdinievole ed è uno dei pochi toscani superstiti del basket di vertice. Ha cominciato come giornalista, e ha fatto le sue esperienze con lo Sporting Club Montecatini divenuto uno dei migliori club italiani di serie A ai tempi di Mario Boni e Andrea Niccolai.
Bandolo della Matassa pseudonimo di un noto giornalista-scrittore, per l’occasione gli ha dedicato un ritratto nel quale si dice di lui che vive l’eterno conflitto fra il suo segno di terra, il Capricorno, e uno sport sospeso in aria e dominato dalla sfericità e l’aleatorietà della palla, quale il basket. E che la chiamata alla virtus è più che un onore, è un’onorificienza per la storia del glorioso club della Dotta. E che se lo conosci, non lo eviti.

di Enrico Campana

Link: le foto dell’ultima partita di Eurolega della VidiVici vs Mensana tenutasi giovedì 17 gennatio al Palamalaguti (Bologna).

008.jpg