Buon Compleanno Andrea!

Ci sono tanti modi di festeggiare un compleanno, ma per i suoi primi 40 Andrea Luchi, brillante general manager del basket approdato alla Virtus Bologna, club storico del basket col primato di abbonati (5200), ha scelto Montecatini e l’aria di casa per festeggiare con gli amici, fra i quali il suo coach Stefano Pillastrini e anche amici venuti da tutta Italia conosciuti nelle sue varie esperienze, come lo speaker del basket di Messina.
In un basket che non sa fare un marketing e una comunicazione brillante, ha regalato ai suoi 50 invitati un elegantissimo present-book – roba da Prada e Gucci – contenente commenti, aforismi, ricordi, l’oroscopo di Angiolino Berti, e un cd con i grandi successi musicali nati sul ’68, l’anno di nascita e la foto di luchi a 6 anni.
Una semifinale scudetto con la Scavolini e una felice avventura europea, due promozioni, il pallino per la comunicazione, tanti grandi campioni scoperti negli Stati Uniti quando altre squadre riciclano giocatori di giro, da ultimo Lionel Chalmers che da Sassari è passato alla Benetton, Andrea è nato a Valdinievole ed è uno dei pochi toscani superstiti del basket di vertice. Ha cominciato come giornalista, e ha fatto le sue esperienze con lo Sporting Club Montecatini divenuto uno dei migliori club italiani di serie A ai tempi di Mario Boni e Andrea Niccolai.
Bandolo della Matassa pseudonimo di un noto giornalista-scrittore, per l’occasione gli ha dedicato un ritratto nel quale si dice di lui che vive l’eterno conflitto fra il suo segno di terra, il Capricorno, e uno sport sospeso in aria e dominato dalla sfericità e l’aleatorietà della palla, quale il basket. E che la chiamata alla virtus è più che un onore, è un’onorificienza per la storia del glorioso club della Dotta. E che se lo conosci, non lo eviti.

di Enrico Campana

Link: le foto dell’ultima partita di Eurolega della VidiVici vs Mensana tenutasi giovedì 17 gennatio al Palamalaguti (Bologna).

008.jpg